Attività sociali - Associazione Paradise Onlus

Vai ai contenuti

Menu principale:

Attività sociali

Le iniziative > Anno 2013

UNA SPERANZA E UN AIUTO PER RIKY


Riky nasceva  il 12 set. 1994 a Gemona del Friuli,  viene alla luce con piccoli ma evidenti problemi di salute di carattere  respiratori tanto che, quando è stato dimesso pesava 2Kg con un’altezza di 44 cm.
Nella fase di crescita queste problematiche si aggravarono evidenziando  anche frequenti bronco polmoniti e, questo fino  all’ età di 5 anni,  cui seguirono   dei   tic, riconducibili   alla:  “ sindrome di tourette “ .
Non bastava già tutto quello che aveva subito, la famiglia ha dovuto adeguarsi a questa malattia , gli effetti erano quelli che lo inducevano ad  comportamento autolesionista e irascibile,a seguito di questo viveva delle giornate impegnative e problematiche  tanto che riceveva dai suoi coetanei atteggiamenti di bullismo e atteggiamenti denigratori.
La  Mamma e il papà lo sostenevano sempre nei momenti di sconforto e predicavano sempre la tolleranza  e il coraggio, nonché le buone maniere sia verso se stesso che anche nei confronti di coloro che non tolleravano  e/o lo denigravano.
Sabato 25 set. 2011 alle ore 00,30  presso l’abitato di San Pier d’Isonzo Riky al termine di una festa di compleanno si mise in sella al suo cinquantino . Dopo aver percorso circa  trenta metri, a causa di una  ischemia  celebrale, si schianta contro un alberello che ne frena la corsa, evitando il rischio di conseguenze ben peggiori.
Le condizioni di Riky furono gravissime venne soccorso e immediatamente  sedato e messo in coma farmacologico, trasportato all’ospedale di Cattinara, I medici informarono la famiglia le precarie condizioni di  Riky, che aveva riportato tre emorragie interne di cui la più importante alla Orta che non permetteva nessuna terapia anticoagulante.
Le gravi condizioni evidenziavano che Riky  sarebbe morto di emorragia  o sarebbe vissuto da vegetale.
Le aspettative erano quelle di non doversi più risvegliare dal coma farmacologico tanto che dopo ripetuti stimoli e dopo venti lunghissimi giorni, con l'ausilio di una fitta catena di solidarietà di amici e familiari  con preghiere dialoghi e musiche, Riky apriva gli occhi.
Un passo importante era stato fatto ma la gravità era tale che dopo un’istante di speranza viene stroncata dalla diagnosi fatta subito dopo dai medici. “Riky avrebbe vissuto  in stato vegetativo.

La forza e l'amore dei genitori era tale  da perseguire sempre la via del bene e non dandosi mai per vinti trasferivano  il due novembre Riky all’ospedale riabilitativo “  Gervasutta” di Udine  .
Le speranze sono sempre uguali ma la tenacia di Riky e la presenza giornaliera e costante di mamma e papà fanno si che piano piano iniziano i primi risultati positivi dopo dodici  mesi di ospedale, esce con una diagnosi definitiva “ emiplegia sinistra,  bypass aortico con problemi cognitivi e sensoriali.
Nonostante tutto, il dodici settembre 2012 riprende la scuola. Con un sostegno scolastico a tempo pieno e l’appoggio di un educatore. La costanza e la volontà di Riky e la bravura della Professoressa di sostegno Dott.ssa Chiara Venuti hanno fatto si che il vissuto scolastico sia stato paragonabile ad un ragazzo normale.
La famiglia di Riki nel corso di questi tragici avvenimenti ha sostenuto spese per un  incidente stradale occorso al papà di Riki con cure riabilitative, oltre a questo ha dovuto pur avendo casa di proprietà trovare in affitto un'altra abitazione priva di barriere architettoniche, e con questo sobbarcarsi sia le spese di mutuo per la casa che le spese di affitto per quest'ultima.
La solidarietà anche dei nonni che continuano sempre a farla, segna in maniera determinante le condizioni economiche, e gli aiuti non bastano per garantire a Riki modeste condizioni di vivibilità.
MOBILIATIAMOCI TUTTI E AIUTIAMO RIKI
Occorre unire le forze di tutte le persone di  “ Buona Volontà “ occorrono dei fondi in quanto Riki, dovrà sostenere visite specialistiche e fisioterapiche, inoltre prossimamente
dovrà subire due interventi ( uno in novembre per fare un allungamento muscolo-tendineo del piede plegico e l’altro intervento per il 2014 sarà fatto un intervento per una ricostruzione nervosa della mano dx . Tutti e due gli interventi saranno fatti presso la struttura  Multimedica di Castellanza in provincia di Varese da un Equipe Medica specializzata. Per una durata circa di cinquanta giorni di ricovero per ciascun intervento. L’assistenza Saniaria è sostenuta dal SSN ma la presenza del genitore è totalmente a carico della famiglia.
Con un piccolo aiuto e la buona volontà di chi vuole sostenere e aiutare il prossimo si darebbe un significativo sostegno alla famiglia ai fini di una continua assistenza nella speranza di un futuro percorso di recupero, anche se con piccoli ma continui passi,  i miglioramenti delle condizioni di vita di Riki sono sempre la forza che spinge la volontà di non abbandonarsi allo sconforto , ma  la determinazione di guardare sempre ad un futuro radioso di speranza e di vivo apprezzamento per la vita.


LA VOSTRA  DONAZIONE, ANCHE PICCOLA,  SI PUO’ EFFETTUARE TRAMITE:


CONTO CORRENTE POSTALE N. 1010665469
CONTO CORRENTE BANCARIO  IBAN IT33M0890364670000000163771 ENTRAMBI INTESTATI A : ASSOCIAZIONE PARADISE ONLUS CAUSALE : UN AIUTO PER  RIKY
                                                                        

                                                                Grazie per il vostro contributo                                                                        



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu